Commento sul mercoledì di coppa

Share Button

Al termine del mercoledì di coppa mi sento da dire le seguenti cose:

 

– Juve da 6 ieri sera, non mi ha impressionato, mi era piaciuta paradossalmente di + all’andata. Si ritrova padrona del proprio destino ad una giornata dalla fine in un girone che i fatti hanno dimostrato mediocre. Se la qualificazione dovesse arrivare sarà come seconda con l’ovvia conseguenza che si beccheranno una corazzata (il lotto dice ad oggi PSG, Barcellona, Manchester United, Arsenal o Dortmund, Atletico Madrid, Bayern Monaco) e prob l’unica veramente abbordabile una tra Chelsea Basel e Shalke. Il non aver potuto competere nemmeno un secondo per la vittoria del girone rende a mio avviso appena sufficiente l’operato della Juve. Poi non ci si lamenti per il destino cinico e baro, perchè se si becca il Bayern agli ottavi è anche perchè pareggi a Settembre in Danimarca.

 

– il Milan spezza le reni al Celtic che si fanno praticamente due gol da soli su calcio d’angolo. Vincere contro le + deboli non è un demerito anzi, specie se in condizioni di perenne emergenza , ma ad essere un po’ crudi il Milan è nella stessa posizione della Juve grazie al fallo in attacco di Balotelli al 92′ contro l’Ajax (curiosità: chi era l’arbitro? Controllare e sorridere…  ). Le partite migliori del Milan nettamente contro il Barcellona, come alla Juve darei un 6 per quanto fatto finora, forse qualcosina di + perchè oggettivamente vale decisamente meno dei bianconeri.

 

– Paradossalmente chi ha fatto vedere a mio avviso le cose migliori sia questo mercoledì che nel complesso del girone è stato il Napoli, che non a caso ha + punti delle altre italiane, e a cui la sfiga ha dato in dote non solo un girone micidiale ma pure super sbilanciato rendendo molto probabilmente vane le sue belle prestazioni. L’unica partita completamente toppata è stata quella con l’Arsenal, ma pare che i Gunners quest’anno risultino molto indigesti a parecchie squadre in giro per l’Europa. Per atteggiamento, qualità di gioco, e anche risultati un Napoli da 7 che non meriterebbe di uscire ma che senza un’impresa d’altri tempi (si dice così no?) dovrà accontentarsi dell’Europa League…

 

Carlos Rey

Share Button