ASTA DEL FANTACALCIO: 10 consigli per uscire vincitore dalla battaglia

Share Button

Il fantacalcio è quel gioco (lo dico per le donne) nel quale un gruppo di ragazzi ormai grandicelli impersonano un procuratore ed un allenatore di una squadra di calcio. L’avventura, che dura quanto la durata della stagione, prevede l’acquisto virtuale di calciatori realmente esistenti, che a seconda delle loro prestazioni contribuiranno a far salire i punteggi della squadra di chi l’ha comprato.

Ora, per accaparrarsi i giocatori migliori all’inizio di ogni stagione i partecipanti si radunano in qualche cantina per la cosiddetta “asta”, che non è nemmeno poi così tanto cosiddetta, perché è una vera e propria asta a suon di milioni immaginari.

Settembre è la stagione delle aste.

Ma non è la classica asta che siete abituati a vedere in TV, con palette e ultranovantenne che batte il martello, è più simile, per fare un esempio, alla battaglia di Austerlitz.

Ecco perciò alcuni pratici consigli per uscire vincitori da questa epica sfida. Si comincia.

00

====

#1.Studia tutte le statistiche dei calciatori dei sei anni precedenti.

Aiutati con grafici e modelli tridimensionali per valutare le caratteristiche salienti di ogni possibile acquisto. Rovista negli archivi online, corrompi qualche preparatore atletico, introduciti illegalmente negli uffici delle società di serie A, sequestra la moglie del medico della squadra; qualsiasi cosa, insomma, pur di avere accesso alle cartelle cliniche dei giocatori. Bisogna essere disposti a tutto per la vittoria, non c’è posto per i timorosi nella storia.

====

#2. Tieni d’occhio la condizione psicologica dei giocatori.

Segui i loro profili Twitter, Instagram o quel che è; cerca di leggere tra le righe dei loro status sgrammaticati se ci sono problemi esistenziali, piccole debolezze, ansie da prestazione o istinti omicidi che potrebbero condizionare la loro valutazione durante la stagione incombente. Vi servono uomini freddi; la vostra squadra ideale deve essere composta da mercenari con una sensibilità pari a quella di un prosciutto affumicato.

====

#3. Valuta la fidanzata dei calciatori che vuoi scegliere.

Una fidanzata può conferire stabilità emotiva al giocatore o rendergli la vita un inferno. È una variabile decisiva, non sottovalutarla. Se è eccessivamente figa potrebbe distrarlo, o peggio ancora tradirlo con qualche compagno di squadra. Sono quei piccoli particolari che alla fine dell’anno fanno la differenza tra un primo e un decimo posto. Occhio alle Wanda Nara perciò.

====

#4. Studia sei o sette trattati di tattica calcistica.

Non è sufficiente acquistare un calciatore forte se non verrà utilizzato nella posizione a lui più congeniale. Cerca di incrociare le qualità tecniche di colui che vuoi acquistare con il ruolo che ricoprirà nel modulo adottato dall’allenatore. Ad esempio è inutile comprare Henry se qualcuno lo fa giocare a centrocampo, come è inutile comprare Peluso se qualcuno lo fa giocare veramente. Niente paura, basta acquistare e studiare tutti i trattati che trovate qui e passa la paura.

====

#5. Gioca d’anticipo.

A giugno devi già cominciare a concentrarti per l’asta di settembre. Entra fin da subito nella disposizione mentale necessaria. Ogni mattina, appena sveglio, ripetiti il mantra: “quest’anno vinco io, quest’anno vinco io, quest’anno vinco io” ad libitum.

#6. Allenati severamente.

L’asta del fantacalcio è per il novanta per cento uno scontro fisico. Dovrai gridare, rotolarti per terra, aggredire l’avversario con dei calci volanti… insomma, la preparazione atletica è fondamentale. Iscriviti in palestra qualche mese prima e aumenta i carichi costantemente per arrivare al massimo della forma per quando dovrai scendere in campo a suon di offerte e rilanci. Quando ti presenterai all’asta con due braccia grosse come le cosce di Adriano i tuoi concorrenti cominceranno a temerti ancor prima di incominciare a lanciare offerte.

====

#7. Studia gli avversari.

L’asta del fantacalcio non ammette sconti: bisogna essere spietati. Raccogli informazioni sensibili sui tuoi amici: segreti inconfessabili, tradimenti, conti nascosti alle Cayman. Saranno armi utili da sferrare quando ti ritroverai a contenderti un giocatore importante.

====

#8. Studia il linguaggio del corpo.

Guardati tutte le stagioni della serie Lie to me con Tim Roth. Ti aiuterà a capire i segreti del linguaggio del corpo per capire se un avversario blufferà o metterà in piedi ingegnose pantomime. Se ad esempio noterai un amico con le orecchie rosse che gesticola animatamente saprai che starà cercando di sbolognarti Schelotto. Non farti intortare.

====

#9. Segui un’alimentazione corretta

Il giorno dell’asta del fantacalcio devi essere al top della forma. A pranzo punta sui carboidrati con almeno 300 gr di pasta, 400 gr di pane e sette etti di bresaola per le proteine (se il supermercato ha finito la bresaola sostituiscila con steroidi). Per il resto bevi almeno una ventina di caffè prima dell’inizio delle danze. Dovresti avere forza sufficiente per una notte intera di battaglie all’ultimo rilancio.

====

#10. Liberati dalla pietà.

Per l’avversario non deve esistere compassione. Quando incomincia l’asta devi presentarti come un guerriero disposto a sacrificare la sua vita per vincere. Urla, scalcia,, inganna, raggira, smoccola, bestemmia, corrompi, manometti, falsifica, impreca, frigna, grida, cialtroneggia, imponiti con la forza e fai l’imbonitore se necessario! Sei il principe di Macchiavelli, sei Cesare augusto, sei il fottuto Attila calato dalle Alpi per travolgere con la sua ira chi si mette sulla sua strada.

Però ricordati di inviare la formazione n tempo ogni settimana o tutto questo non serve a un cazzo.

Buona fortuna.

Share Button
Seguimi

Andrea Passador

Fondatore at Oltreuomo
Artista, scrittore, musicista, poeta, giornalista freelance e attore teatrale. Non sono niente di tutto ciò.
Andrea Passador
Seguimi