20 segnali che dicono: “Sono un fifone”

20 segnali che dicono: “Sono un fifone”

“Conservate sempre il bambino che c’è in voi”, dicono. “Ma vaffanculo!” pensa il fifone, che dopo aver preso patente, passaporto e libretto universitario ancora si caga addosso a spegnere l’abat-jour per mettersi a dormire. Una vita terribile quella del fifone, passata ad aver paura di incappare in una delle sue molteplici paure. Vediamo quindi quali sono i tratti distintivi di una categoria che senza l’aiuto di questa lista non sarebbe riuscita a farsi conoscere dal grande pubblico, visto che ha paura di anche parlare con gli estranei.

fifone

20 segnali che dicono: “Sono un fifone”

 

#1. Dormi sul futon così i mostri non riescono a nascondersi sotto il materasso.

 

#2. I veri amici sono quelli che vengono a guardare un film da te le sere in cui sei solo a casa.

 

#3. Gli amici di merda sono quelli che portano un horror.

 

#4. Dio solo sa quante romantiche scopate di notte in riva al mare ti sei perso per la paura del buio.

 

#5. Ovvio che non sei cattolico: con tutto quel sangue creperesti di paura ogni Venerdì Santo!

 

#6. Le vecchie non esistono, esistono le streghe.

 

#7. A causa di Game of Thrones non vai più ai matrimoni.

 

#8. Al compleanno ti hanno regalato un pacemaker, che tanto prima o poi ne avrai bisogno.

 

#9. Gli amici ti propongono di fare bungee-jumping solo per il gusto di vederti sbiancare.

 

#10. Da piccoli i tuoi amici collezionavano sorpresine Kinder, tu fobie.

#11. Vedi ombre ovunque. Cioè, tutti vedono le ombre, ma solo tu le scambi per degli inviati del mondo degli spiriti venuti a ghermirti.

 

#12. Il vicino di casa e la vecchia dei due Mamma ho perso l’aereo  sono gli archetipi di tutto ciò che ti fa cagare addosso.

 

#13. Le coperte non sono un riparo dal freddo, ma un nascondiglio irraggiungibile dalle forze del Male.

 

#14. Quella verso i ragni non è paura, ma consapevolezza di quanto facilmente potrebbero ammazzarti.

 

#15. La sera non esci mai di casa senza una torcia, un fucile a pallettoni e un salvavita Beghelli.

 

#16. La sera non esci mai di casa.

 

#17.Porti il peso di essere l’unico ad aver capito che in realtà il tuo vicino è un serial killer.

 

#18. Basta la sigla di Chi l’ha visto? per farti implorare un posto nel lettone con i tuoi.

 

#19. La notte le persone normali sognano, tu senti i rumori.

 

#20. In casa cammini in punta di piedi per non farti notare dai malintenzionati che sono sicuramente nascosti nello sgabuzzino.

Agostino Bertolin

Potevo entrare a Repubblica, GialloZafferano o in una fashion blogger. Ma ho scelto l'Oltreuomo, perché è il più serio di tutti.