Cosa pensa un uomo durante un durello

Share Button

Quando le donne si lamentano del fatto che loro devono gestire le mestruazioni e noi solo un bastoncino Findus, non considerano il durello. Provate a immaginare di girare con uno smartphone infilato nei calzoni. Ecco, quella è la normalità. Ora immaginate che lo smartphone si trasformi di colpo in un cellulare anni ’90, quelli con l’antenna. Ed ecco il durello.

Durello significa regredire sulla via del contenimento dei propri istinti. Durello è la natura che chiama. Durello sei tu che chiami la trombamica: “Ehi, ciao. Chi ti fai stasera?” Ma vediamo nel dettaglio cosa pensa un uomo durante un durello.

Durello

#1. Con la fidanzata: Sapevo che prima o poi mi saresti tornata utile

 

#2. In treno: è più fastidioso tenersi il durello o disgustoso masturbarsi nella toilette di Trenitalia?

 

#3. A letto: Qualcuno mi passa i picchetti?

 

#4. Al ristorante: Prego signora, appenda pure qui il cappotto

 

#5. In pedana: En garde!

 

#6. Al primo appuntamento: Ti ho mai detto che so alzare un tavolo con la forza del pensiero?

 

#7. In doccia: Che botta di culo, era finito il Badedas

 

#8. Ad un colloquio di lavoro: Esperienze precedenti? Temo non sufficienti

 

#9. Guardando la partita: No, ehi, mentre inquadrano Gervinho no però!

 

#10. Il giorno dopo un flop: Toh, chi non muore si rivede!

#11. Durante la prima pisciata del mattino: Roba da American Sniper

 

#12.Subito dopo aver fatto sesso: Highlander!

 

#13. Per strada: Ma porca puttana, proprio mentre cammino davanti ad una scuola materna??

 

#14. Quando sei triste: Almeno lui è in vena…

 

#15.Al mareSe faccio il morto è tipo il remake de Lo Squalo

 

#16. Mentre guida la tua ragazza: Devo solo metterlo al posto del cambio…

 

#17. Da vecchio: E io che avevo già chiamato la Sciarelli!

 

#18. Durante un esame: Dovrei essere arrivato al 18

 

#19. Da giovane: Righello!

 

#20. Quando incontri la ex: La cagna di Pavlov

Share Button
Seguimi

Agostino Bertolin

Editor at Oltreuomo
Potevo entrare a Repubblica, GialloZafferano o in una fashion blogger. Ma ho scelto l'Oltreuomo, perché è il più serio di tutti.
Seguimi