Come riconoscere un ansioso in spiaggia

Share Button

Per chi come me ha l’ansia le vacanze sono qualcosa di luciferino. Quel po’ di sicurezza derivato dalla sana routine evapora come la rugiada al mattino e apre scenari di incertezza e probabilità.

Proprio a causa di questa rottura negli schemi quotidiani è molto facile riconoscere un ansioso in spiaggia.

Vediamo insieme come fare per riconoscerlo.

ansioso in spiaggia

#1 Fa il bagno con la faccia sempre rivolta alla riva per controllare che nessuno si avvicini alla borsa che ha lasciato in spiaggia.

 

#2 Aspetta sempre quattro ore prima di fare il bagno. Quindi fa il bagno alle sei e rischia una congestione perché a quell’ora fa freddo.

 

#3 È ricoperto da uno strato di crema talmente spesso che tutti i raggi del sole vengono riflessi su di te che gli stai accanto.

 

#4 E quando ti bruci per colpa sua te la fa anche pesare.

 

#5 Dopo il bagnetto, prima di distendersi sull’asciugamano e rosolarsi al sole passa l’aspirapolvere per eliminare ogni granello di sabbia.

 

#6 È l’unico ad attaccare bottone con i bagnini non per provarci, bensì per sondare le loro competenze di primo soccorso.

 

#7 Porta sempre con sé una borsa frigo con scorte d’acqua sufficienti a reidratare un adolescente toscano il mattino dopo una sbronza di Chianti.

 

#8 Fa il bagno con le scarpe anti infortunistica per paura dei granchietti.

#9 E porta sempre con sé un bottiglione di urina da versare su punture di tracina o scottature di medusa.

 

#10 Monta un gazebo e ci scava attorno un fossato per proteggersi dal sole e dagli ottomani.

 

#11 Non si tuffa mai per evitare il trauma caldo / freddo e per evitare quello roccia / testa.

 

#12 Arriva a camminare anche per chilometri lungo la spiaggia sotto il solleone di agosto per scovare un pertugio sabbioso privo di bambini.

 

#13 Quando un’alga gli tocca la gamba lo schifo è insostenibile.

 

#14 Tocca la sabbia con i guanti perché ha letto che l’enterococcus e l’escherichia coli si riproducono grazie al calore del terreno sabbioso.

 

#15 Il terapeuta gli ha consigliato di combattere le fasi acute dell’ansia immaginando di trovarsi su una spiaggia calda, ora che è lì immagina di essere sul divano di casa.

 

#16 Se ti stai chiedendo quale tipo di persona ami nuotare così lontano dalla riva, la risposta è l’ansioso che deve fare pipì.

 

Share Button
Francesco Boz
Seguimi su

Francesco Boz

Fondatore e gestore at Oltreuomo
Un giorno, una persona entrerà nella tua vita e saprà capirti come nessun’altra prima di lei. Costerà circa 60 euro a seduta
Francesco Boz
Seguimi su