20 ragioni per cui hai davvero bisogno dei tuoi amici dell’università

Share Button

“Non voglio essere tuo amico, perché tanto gli amici che restano sono quelli dell’università” diceva il mio compagno di banco alle superiori. E anche se per qualche motivo siamo ancora amici, non aveva tutti i torti. Gli amici sono anche uno dei pochi motivi per cui vale la pena farla ‘sta università, che nel migliore dei casi conduce alla disoccupazione, nel peggiore alla follia. O forse è il contrario.

Ecco allora alcuni ottime ragioni per cui hai davvero bisogno dei tuoi amici dell’università.

amici-universita

#1. Possiedono quella parte di guardaroba che hai perso nei vari cambi (di casa o di fidanzata)

 

#2. Nessuno ti conosce meglio di chi ti ha visto andare a sbattere sullo stesso esame per tre semestri di fila

 

#3. Avete il bioritmo impostato sullo stesso fuso orario, quello di Los Angeles

 

#4. Se fanno il DAMS, non vi mancano mai gli argomenti di cui ridere

 

#5. Quando li inviti a pranzo basta una pasta diversa dalla solita tonno e cipolla per fare bella figura

 

#6. Non ti fanno sentire in colpa quando la pausa caffè dura 45 minuti. Anche perché la colpa è loro

 

#7. Se sei un pendolare, ti tengono il posto in treno. Se sei un fuori sede, non scopano sul tuo posto letto

 

#8. Ti passano gli appunti

 

#9. Solo gli altri studenti capiscono le dinamiche dell’affascinante terra di mezzo che sta tra le matricole e i laureati

 

#10. Avete le stesse prospettive di vita: deprimenti

 

#11. Sono gli unici che non ti consigliano il Sert quando proponi di risparmiare sul cibo per sbronzarvi di più

 

#12. E’ bello avere qualcuno con cui condividere il ciclo ansia-depressione-ansia-depressione che ogni sessione di esami comporta

 

#13. Sono fuori come te, di testa o di corso poco importa

 

#14. Sono gli unici a poter star fuori fino a mattina anche infrasettimanalmente

 

#15. Rimorchiare in aula studio è molto più elegante che in discoteca

 

#16. All’università “farsi degli amici” ha almeno due significati, entrambi consigliabili

 

#17. Le vostre feste ad un non-studente sembrano uno dei tanti drammatici effetti della chiusura degli ospedali psichiatrici

 

#18. Sono gli unici che ti sono rimasti

 

#19. Insieme vivete momenti che non torneranno più

 

#20. Hanno delle foto di te che potrebbero distruggerti la vita

 

Share Button
Seguimi

Agostino Bertolin

Editor at Oltreuomo
Potevo entrare a Repubblica, GialloZafferano o in una fashion blogger. Ma ho scelto l'Oltreuomo, perché è il più serio di tutti.
Seguimi